Triskel182

Berlusconi-alfanoROMA — «Non dovete fare nulla: lasciamo che a difenderci siano Napolitano e Letta». Silvio Berlusconi due sera fa a palazzo Grazioli era stato buon profeta, catechizzando il vertice del Pdl, nel prevedere quello che sarebbe successo. Così la giornata di oggi, quando Enrico Letta prenderà la parola in Senato come avvocato del ministro dell’Interno, confermerà quanto accaduto ieri dopo l’intervento di Napolitano: un Pd a pezzi, con la componente renziana messa a tacere, e un Pdl di nuovo compatto, senza distinzioni tra falchi e colombe. È il prezzo delle larghe intese, che al momento ricade unicamente sui democratici. Ma il clima nuovo che si respira in queste ore a palazzo Grazioli è dovuto anche allo sguardo che si allunga sul 30 luglio, su quella camera di consiglio in cui la Cassazione deciderà delle sorti politiche del Cavaliere. Come spiega un autorevole partecipante al vertice notturno a casa Berlusconi, «la…

View original post 460 more words

Advertisements