la mutazione nella connessione

Stiamo imparando ad abitare una realtà in cui i nostri stati di connessione online si intrecciano agli accadimenti quotidiani in modi sempre più pervasivi e consistenti. Se abbiamo giocato ad esempio su Twitter commentando in tempo reale i nostri programmi Tv preferiti (o meno) o  gli ultimi rumors sulla politica nostrana ci siamo scontrati prima con il terremoto de L’Aquila e oggi con quello dell’Emilia  che ci ha messo di fronte alla nostra umanità connessa e alla potenza di diffusione delle informazioni di fronte ad una crisi, in un territorio come la Rete in cui, in Italia, le istituzioni sono ancora troppo assenti.

In queste giornate avrei voluto leggere meno #protezionecivile e più @protezionecivile. Avrei voluto cioè la presenza di un account ufficiale della Protezione Civile che raccogliesse attorno a sé l’energia della comunicazione re-tweettata dei cittadini e potesse convogliare la spinta di ctatdinanza attiva che ho visto scorrere nella…

View original post 298 more words